Einfache Montage: So gelingt der Dashcam-Einbau

Installazione semplice: ecco come installare la dashcam

La nuova dashcam per l'auto è qui e tutti sono molto contenti. Finalmente hai più sicurezza alla guida, monitoraggio dei parcheggi e prove concrete in caso di incidente. Ma prima di poter iniziare a filmare, la dash cam deve essere collegata all’auto e collegata l’elettronica. Se le istruzioni per l'uso ti sembrano troppo lunghe e complicate, qui abbiamo una guida breve e chiara che ti aiuterà a installare la dashcam.

Installazione Dashcam: cosa bisogna fare? 

Esistono molte dash cam diverse, ma l'installazione della dash cam è simile sotto molti aspetti nella maggior parte dei modelli. A seconda che possiedi una o più telecamere e desideri utilizzare la telecamera dell'auto per la sorveglianza anche quando è parcheggiata, devi effettuare questi passaggi:


  1. Posiziona la dashcam nel veicolo
  2. Collegare l'alimentatore/nascondere il cavo
  3. Collegamento della telecamera per retromarcia (per sistemi multicanale)
  4. Collegamento del kit hardwire (modalità parcheggio)

Anche se collegare una singola dash cam è relativamente semplice, dovrai concedere un po' più di tempo per installare la telecamera per la visione posteriore (a seconda del modello) e collegare il kit di cablaggio. Spiegheremo l'installazione passo dopo passo.

La posizione corretta della dash cam

Quando installi una dash cam, devi assicurarti che il dispositivo non oscuri la visuale durante la guida e che la dash cam sia montata saldamente. Una posizione popolare è sul parabrezza dietro lo specchietto retrovisore. In questo modo può filmare tutto e non ti distrae.

La maggior parte delle dash cam vengono fissate al parabrezza tramite una ventosa, solitamente inclusa nella fornitura. Collega la fotocamera nella posizione desiderata e assicurati che sia davvero sicura e non traballi. I dispositivi che non aderiscono correttamente al finestrino possono trasformarsi in pericolosi proiettili in caso di incidente.

Collegare l'alimentazione

Quasi tutte le dash cam richiedono l'alimentazione del veicolo. Se si porta il cavo direttamente dalla fotocamera all'accendisigari, spesso diventa d'intralcio e dopo un po' diventa fastidioso. Pertanto ha senso instradare i cavi e farli scomparire dalla vista. A seconda del modello di auto, la procedura può variare leggermente, ma il passaggio dei cavi è simile per la maggior parte dei veicoli. Una possibilità, ad esempio, è quella di nascondere i cavi sotto il rivestimento e lasciarli passare invisibilmente verso l'alimentazione elettrica. Tutto ciò di cui hai bisogno sono gli strumenti per la leva dell'auto. Puoi usarli per rimuovere facilmente listelli e pannelli decorativi senza danneggiare nulla.

Inizia dalla dash cam dietro lo specchietto retrovisore e fai passare il cavo lungo il parabrezza superiore a destra fino al montante anteriore. Dietro la copertura del montante anteriore si scende nel vano portaoggetti. A seconda del veicolo, è possibile far passare il cavo all'interno o sotto il vano. A seconda se alimenterai la fotocamera tramite l'accendisigari o una porta USB dell'auto, collega il cavo alla porta appropriata. In alcuni casi è possibile utilizzare anche fascette in velcro. Prima della posa, assicurati di fare un piano e vedere come posizionare al meglio i cavi sulla tua auto. La fotocamera frontale è ora pronta per l'uso su strada!

Collegare la telecamera per la visione posteriore

Se hai una dash cam con fotocamera anteriore e posteriore, dovrai collegarla al retro dell'auto. Di norma è necessario rimuovere la targa e il relativo supporto. Nel bagagliaio è possibile accedere alla luce di retromarcia tramite il pannello con il cavo, i cui cavi vengono utilizzati per l'alimentazione. Se la fotocamera non può essere collegata in modalità wireless alla fotocamera anteriore, sarà necessario far passare un cavo fino alla finestra anteriore. A tale scopo è possibile utilizzare le canaline per cavi nei montanti e sotto le soglie delle porte. Tuttavia, poiché esistono diverse telecamere per la visione posteriore, leggere attentamente le istruzioni relative al proprio modello prima dell'installazione.

Installa la modalità parcheggio (kit cablato)

Se si desidera utilizzare la dashcam anche per monitorare l'auto quando è parcheggiata, è necessario collegare un cosiddetto kit hardwire. Questo può essere collegato alla scatola dei fusibili dell'auto, che di solito si trova sul lato sinistro del vano piedi. Nello schema dei fusibili è possibile scoprire quale slot fornisce corrente continua. Per sicurezza è possibile utilizzare anche un multimetro digitale. È possibile utilizzare una presa per collegare il cavo allo slot corrispondente e collegarlo alla fotocamera. Per una connessione senza problemi, seguire attentamente le istruzioni per l'uso del proprio dispositivo. Se non lo conosci, potrebbe avere senso assumere un professionista per installare il kit di cablaggio in modo che l'alimentazione dell'auto non venga compromessa.

Tempo necessario per l'installazione della dashcam

A seconda della dash cam installata, l'installazione richiederà un tempo diverso. L'installazione della fotocamera frontale e la posa dei cavi sono relativamente brevi e semplici e richiedono circa mezz'ora. Se è presente anche una telecamera posteriore e un collegamento fisso alla scatola dei fusibili, possono essere necessarie fino a due ore. Hai anche la possibilità di far installare la tua fotocamera in un'autofficina. Ciò ti fa risparmiare tempo, ma devi aspettarti costi tra 100 e 500 euro.